NICOLOSI

La Porta dell'Etna

itzh-TWenfrdejarues

Nicolosi Città dei Motori

unesco
ETNA

 

FacebookTwitterPinterestNicolosi Etna Google PlusNicolosi Etna Foursquare
Pin It

Origine ed etimologia dei Monti Rossi

 «Se volete seguire il mio consiglio, spingetevi domani di buon'ora, coi muli, fino alle falde dei Monti Rossi, e salitene poi la sommità ;  di là godrete uno spettacolo superbo e osserverete nel tempo stesso la vecchia lava, che, scaturita in quel punto nel 1669, si è precipitata sciaguratamente sulla città. La veduta è magnifica e ben distinta».

(Johann Wolfgang von Goethe, Viaggio in Italia, 1829)

  

  I Monti Rossi costituiscono un apparato vulcanico formatesi a nord del centro abitato di Nicolosi a qEtna eruzione 1669 plataniauota 850 m s.l.m., alle pendici del vulcano Etna. La loro formazione risale ad una delle più disastrose eruzioni etnee: quella del 1669 quando, in soli 122 giorni, la lava raggiunse il mare distruggendo 15 paesi tra cui parte di Catania e spingendosi oltre la costa per circa 2 Km. I catanesi che durante l'eruzione guardavano dalla costa videro il formarsi in meno di pochi giorni delle due montagne. Essi, in effetti, più che due distinti rilievi sono un unico classico cono avventizio (il grande dei coni avventizi etnei) formato da piroclasti (ceneri, lapilli e sabbie) eiettati nel corso di quel parossismo. La erronia denominazione plurima deriva dalla presenza di due cuspidi (946 m e 930 m s.l.m.) che danno l'impressione di essere in presenza di due montagne.

Giuseppe Recupero (1720-1778) nell'opera Storia naturale e generale dell'Etna, descrive così l'eruzione: « commoversi con grande violenza tutto il perimetro della montagna, saltare in aria dal cratere una prodigiosa colonna di nero fumo, e rovente materia, e profondarsi finalmente laNicolosi-Foto-Storica sua cima con orridi rumoreggiamenti nel suo baratro. Cadde in primo luogo quella vetta che guardava verso Bronte, di poi l'altra rimpetto l'oriente ed ultimamente si rovesciò quella posta in faccia al mezzogiorno».  Nel duomo di Catania è conservato il dipinto di Giacinto Platania che raffigura la colata del 1669.

ETIMOLOGIA DEL NOME "MONTI ROSSI"

  Un tempo chiamati "Monti ruina" o Monti dell'Arena, i "Monti Rossi" presero probabilmente il nome dal colore della terra, la "rina russa" (terra rossa).  E' probabile che il nome derivi dalla traduzione del dialetto Catanese "Munti russi" all'italiano "Monti Rossi" per  il colore delle rocce (pirosseni) che compongono i coni. Altri pensano che, il nome potrebbe invece derivare dall'immagine incandescente delle due montagne durante l'eruzione del 1669. In alcuni racconti dell'epoca si legge «La terra tremau e du minni di foco spuntaru» (La terra ha tremato e due montagne di fuoco sono spuntate).

 

COME RAGGIUNGERE I MONTI ROSSI

   La Pineta dei Monti Rossi è facilmente raggiungibile da Nicolosi seguendo le indicazioni stradali. Giunti a Nicolosi si percorra la Via Etnea (la strada principale del paese) fino ad imboccare la Strada Provinciale 92 che porta al Piazzale Rifugio Sapienza. Dopo circa 1,5 Km troverete sulla sinistra l'innesto di una strada (Via Goethe) asfaltata che porta all'Area Turistica Attrezzata "Pineta Monti Rossi" (proprio di fronte all'Hotel Gemmellaro).

   Proseguendo sulla SP92 per altri 100 m si trova, ancora sulla sinistra, un secondo innesto che conduce al Centro Sportivo, alla Piscina, al Camping, al Monti Rossi Adventure Park, alla Grotta delle Palombe, al Monastero Benedettino e al maneggio. Imboccando questo innesto (Via dei Pini), dopo pochi metri si troverà sulla destra la Piscina comunale. Proseguendo ancora si arriverà al Piazzale Monti Rossi dove è presente, tra l'altro, il Campo sportivo di Nicolosi con la relativa pista di atletica e il campo di calcio a 5. Da tale piazzale partono due vie: percorrendo la Via Goethe dopo circa 150 m si troverà sulla sinistra il Camping; proseguendo ancora per ulteriori 150 m si giungerà ad un'ampia rotonda dove, all'inizio, è presente l'ingresso per accedere al "Monti Rossi Adventure Park" nonché ai sentieri che girano intorno ai Monti; proseguendo invece per via Grotta delle Colombe troverete dapprima sulla sinistra il Maneggio e poi, dopo circa 300 m la "Grotta delle Palombe".

Mappa-Monti-Rossi

Johann Wolfgang von Goethe Grotta delle colombe

 

 

 

 

Comments powered by CComment